Tutto quello che devi sapere

ALLENATORI DI FUTURO

 

ALLENARE IL FUTURO: IMPARA L’ARTE E TIENILA CON TE

Partecipare alla crescita di una persona, contribuire a un percorso di sviluppo e autorealizzazione, di un individuo o di un’organizzazione, è un’esperienza entusiasmante, nella quale responsabilità e passione vanno di pari passo.

Il Coaching è prima di tutto una filosofia di vita basata sul rispetto della persona, sulla convinzione che le potenzialità di ognuno, così come la fiducia, la speranza, la determinazione, possono essere allenate.

PRIMO ESERCIZIO: ripetere ogni giorno

Il tuo primo esercizio: allenare la tua umanità. Cioè?

Per essere un coach, sia che tu lo veda come uno strumento in più per arricchire il tuo lavoro, sia che tu voglia farne la tua professione, non basta acquisire strumenti tecnici, occorre lavorare sulla propria disposizione verso gli altri, sulle convinzioni, sul proprio stile relazionale, sulla propria fiducia nel futuro.

UN PROFESSIONISTA DEDITO ALL’ECCELLENZA

Responsabilità personale, autenticità, etica, curiosità, amore per l’eccellenza, desiderio di migliorarsi, apertura mentale, creatività, capacità di allearsi con le parti migliori di ogni essere umano, sono solo alcune delle virtù che ogni coach deve sviluppare.

Sei disposto a stare in una relazione paritaria, astenerti dai giudizi, imparare a vedere le cose dal punto di vista del tuo cliente, affiancandolo perché scopra lui stesso le sue verità e le sue soluzioni?

FORMARSI È IL PRIMO PASSO

Qualsiasi corso tu scelga di frequentare verifica con attenzione la storia della scuola, i docenti, lo stile di apprendimento, leggi i programmi, fai domande, insomma sii esigente, si tratta di te!

Qui puoi trovare l’elenco dei corsi riconosciuti da AICP secondo i criteri contenuti nel Regolamento AICP per il Riconoscimento dei Corsi di Coaching che puoi consultare cliccando sul nome.

Ricorda: l’Associazione non riconosce Scuole ma soltanto Corsi.

Il Coach accoglie e fa suoi valori e vincoli etici e di trasparenza che AICP ha espresso nella su Carta Etica.